La Grande Mela continua a stupirci. A New York gli hotel per la quarantena da Covid-19 permettono ai soggiornanti di consumare marijuana.

 fumare cannabis

La notizia è arrivata direttamente dal New York Post dopo che una giornalista si è recata in prima persona al LaGuardia Plaza Hotel per verificare la veridicità di quanto si vociferasse. 

A fugare ogni dubbio è stato un ragazzo di 21 anni appena fuori l'ingresso che sbuffava marijuana dal suo bong arancione a forma di cono stradale. "È bello rilassarsi quando sono bloccato in una stanza da solo per cinque giorni", ha confermato Martin grato di poter fumare la sua erba.

Come racconta il giovane, chiunque soggiorni in uno degli hotel di quarantena della città può portare la propria erba, che un'infermiera insaccherà, peserà e distribuirà durante le tre pause all'aperto di 15 minuti concesse durante la giornata. 

"Ti permettono di portare con te la marijuana in quarantena, ma non ti fanno portare l'alcol - continua il ragazzo - un membro dello staff ha controllato che il mio succo di melograno fosse sigillato e non contenesse alcool", conclude. 

Da quanto riporta la testata americana, circa il 65% dei circa 420 ospiti dell'hotel e di un vicino Holiday Inn sono fumatori di marijuana. Ed è compito delle infermiere, alcune favorevoli altre meno, accompagnare e supervisionare i pazienti durante i smoking break all'aria aperta. 

"Fumare erba aiuta gli ospiti a scaricare il forte stress della quarantena"